Pane cafone

Utenti ai fornelli

Pane cafone

Messaggiodi Cristina » 05/01/2011, 11:02

Immagine
E' la ricetta delle sorelle Simili, seguita passo passo dal libro "pane e roba dolce". L'ho iniziato ieri sera per non buttare la pasta madre in eccedenza. La forma avrebbe anche potuto essere quella a filone ma a me veniva più agevole gestire 2 pagnotte. Pare comunque in origine fossero grandi pagnotte anche da 2kg.
Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
Cristina
User
 
Messaggi: 8880
Iscritto il: 07/11/2006, 22:32
Località: Palermo
Blog: Visualizza blog (26)

Pane cafone

Messaggiodi rosaria » 05/01/2011, 11:18

Il vero nome di questo pane è "scanata" ed è a forma di pagnotta di grandi pezzature che si vendono anche porzionate.
E' un pane dell'entroterra campano delle pendici dei primi appennini che i napoletani incontrano lasciando la pianura e cioè delle valli caudina e sannita.
I "cittadini", di domenica, percorrendo (talvolta in pulman organizzati) 50 km di autostrada, si addentravano nelle valli dove abitavano i "cafoni".
Compravano il pane (quello napoletano non sa di niente!) ed altri prodotti genuini, tiravano sul prezzo, si abbuffavano nelle trattorie, facevano il pieno di aria buona, schiamazzavano e la sera se ne tornavano in Città...il tutto con aria di superiorità!
D'estate, poi, venivano a "villeggiare"...non vi dico la prosopopea di certe stronzette ignoranti e morte di fame che ci guardavano come se noi di paese provenissimo dalle caverne.
Sia pure in misura e con aspetti diversi, la cosa continua ancora!! La via Appia è ancora piena di panifici-biscottifici, di macellerie e banchetti di frutta e verdura che fanno i migliori affari proprio di domenica.
Ecco perchè il pane è "cafone" *XP
Immagine Immagine
Avatar utente
rosaria
User
 
Messaggi: 4223
Iscritto il: 25/04/2007, 21:20
Località: Sardegna

Pane cafone

Messaggiodi Cristina » 05/01/2011, 11:26

Bellissimo!!!
Invece le Simili accennano ad una etimologia diversa, ma dicono "pare" ... si chiami cosi per via delle funi (oppan Cafòn) con cui si legavano gli uomini che lo trasportavano scendendo dal Vesuvio verso la città e dalle quali non si staccavano per non perdervisi.
Più tardi vi metto la ricetta. Voi preparate il lm nel frattempo *ola *marameo
Avatar utente
Cristina
User
 
Messaggi: 8880
Iscritto il: 07/11/2006, 22:32
Località: Palermo
Blog: Visualizza blog (26)

Pane cafone

Messaggiodi rosaria » 05/01/2011, 12:09

Trovato nel web.
La parte in neretto dà ragione alla mia tesi: nel dialetto napoletano il termine "cafone" significa "contadino" detto con una punta di maliziosa superiorità.

tesi etimologica del termine napoletano: CAFONE.

Come riportato da tutti i dizionarii della lingua napoletana con il termine cafone si intende il villano, lo zotico,il contadino.E di ciò nulla quaestio: si è d’accordo un po’ tutti. Il problema sorge quando si comincia a congetturare intorno all’etimologia della parola..Ci sono numorose opinioni : in primis quella che, partendo da scritti di Cicerone(Filippiche ed altri), la riallaccia ad un nome personale di origine osca: CAFO riferito con tono spregiativo ad un uomo incolto e villano; altra opinione è quella che riallaccia il termine cafone al verbo osco(la cui esistenza, peraltro, non è provata) Kafare= zappare.Segnalo infine la proposta del prof. Carlo Jandolo, proposta che mi pare migliore delle altre, che collega la parola cafone al greco: skaphèus, collaterale di skapaneus= contadino, zappatore.
Escludo altresì, in quanto da ritenersi leggenda metropolitana, l’idea che cafone possa derivare dal fatto che gli abitanti dell’entroterra o della più remota provincia onnicomprensivamente detti cafune, giungendo in città vi camminassero legati gli un gli altri con una fune per evitare di sperdersi.

Ciò annotato passo ad indicare la mia diversa opinione che si fonde sul fatto che storicamente, nel tardo ‘800 e principi del ‘900 eran definiti, nel parlar comune,cafoni non solo gli zappatori, i villani e consimili, ma estensivamente un po’ tutti gli abitanti o i nativi dei paesini dell’entroterra campano, paesini arroccati sui monti ,-come quelli del sannio- beneventano, del casertano o dell’ alta Irpinia
difficili da raggiungere e chi li raggiungeva con carretti o altro aveva bisogno di aiuto per ascendere fino al paese propriamente detto. A tale bisogna provvedevano nerboruti paesani che scendevano incontro ai visitatori , ed erano armati di robuste funi con le quali aiutavano nell’ascensione le persone bisognose d’aiuto.Tali paesani erano indicati con la locuzione “chille cu ‘a fune o chille c’’a fune “ id est: quelli con la fune. Da c’’a fune a cafune il passo è breve e d è ipotizzabile che con esso termine si indicassero tutti gli abitanti dell’entroterra o della più remota provincia. CAFUNE è comunque un plurale. Il singolare CAFONE penso si sia formato successivamente tenendo presente i consueti fenomeni metafonetici della lingua napoletana alla stregua di GUAGLIONE che al plurale fa GUAGLIUNE.
Confesso tuttavia che la mia idea configura piú che un’etimologia con crismi scentifici,un’ipotesi paretimologica, e quantunque possa apparire piú percorribile di pur tante dotte ipotesi libresche, la metto da parte per aderire all’ipotesi fatta dall’amico prof. Carlo Jandolo, ipotesi decisamente migliore di tante altre, puranco di quella dell’altro amico avv.to Renato de Falco che parlò di un (ca)cafone(s) = balbuziente che semanticamente poco o nulla mi pare abbia a che spartire con il villano, lo zotico,il contadino; il cacafone di Renato De Falco, semanticamente, a mio avviso potrebbe al massimo attagliarsi al tartaglia/one se per tale figura il napoletano non avesse già la voce cacaglio derivato forse dallo spagnolo encallar = inceppare con la parola, se non dal greco kaka-lailo= parlo male.

Raffaele Bracale
Immagine Immagine
Avatar utente
rosaria
User
 
Messaggi: 4223
Iscritto il: 25/04/2007, 21:20
Località: Sardegna

Pane cafone

Messaggiodi Cristina » 05/01/2011, 15:35

Aggiunto foto della ricetta, che a copiarla *sudato
E adesso vado a leggermi Rosaria ^_^
Avatar utente
Cristina
User
 
Messaggi: 8880
Iscritto il: 07/11/2006, 22:32
Località: Palermo
Blog: Visualizza blog (26)

Pane cafone

Messaggiodi silvia » 05/01/2011, 18:32

e che si può dire?????????????????????? *incredibile *incredibile *incredibile *incredibile *incredibile *incredibile

per Cristina , magistrale esecuzione e per Rosaria, grande conoscitrice di...tutto!

*clap *clap *clap *clap *clap *clap *salam *salam *salam *salam *salam *salam

mammamia che bel paneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee *superlol *superlol *superlol *superlol
...non ci posso credere!!!....
ImmagineImmagine
Avatar utente
silvia
User
 
Messaggi: 11206
Iscritto il: 27/11/2006, 20:57
Località: Savona

Pane cafone

Messaggiodi silvia » 05/01/2011, 21:25

ehhhhhhhhhhhhhh, passavo eh! *adoro
...non ci posso credere!!!....
ImmagineImmagine
Avatar utente
silvia
User
 
Messaggi: 11206
Iscritto il: 27/11/2006, 20:57
Località: Savona

Pane cafone

Messaggiodi Debbyna » 09/01/2011, 21:41

cri appena posso lo faccio. sei stata straordinaria. stupendo!
Immagine
Avatar utente
Debbyna
User
 
Messaggi: 746
Iscritto il: 28/10/2007, 23:52
Località: Parma

Pane cafone

Messaggiodi Cristina » 10/01/2011, 1:31

Questo è facile, vai! *si
Avatar utente
Cristina
User
 
Messaggi: 8880
Iscritto il: 07/11/2006, 22:32
Località: Palermo
Blog: Visualizza blog (26)

Pane cafone

Messaggiodi line » 12/01/2011, 10:46

belloooooooooooooooooo pane cristina *clap *slurp
Immagine Immagine
Avatar utente
line
User
 
Messaggi: 3575
Iscritto il: 10/11/2006, 16:34
Località: 38180 Seyssins (France)


Torna a Discutiamo le nostre ricette

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti

cron