Ti trovi qui: Ricettario -> Dessert, torte, creme e biscotti -> Fette biscottate con lievito madre, finalmente croccanti!
Dessert, torte, creme e biscotti

Fette biscottate con lievito madre, finalmente croccanti!

Inserita il 23/01/2014
Modificata il 01/01/1970
1120 visualizzazioni

La ricetta la trovate qui.
L'ho pescata per caso sul blog di Paoletta. Avevo del lievito madre da utilizzare e cascava proprio a fagiolo! L'autrice è  Sandra Morelli di Firenze.
Io ho fatto una dose e mezzo della sua e il peso totale dell'impasto era perfetto per lo stampo con coperchio da 40cm X10X10
Riporto per praticità la ricetta di Sandra con le dosi  che ho fatto io, ma leggete anche la pagina originale.
 
Le fette biscottate con il lievito madre
300 g farina 00
450 g farina manitoba
300 g lievito madre (rinfrescato)
120 g zucchero
120 g burro
4 tuorli grandi
1 cucchiaio e mezzo (circa 20-25 gr) miele
1 cucchiaino e mezzo di malto d'orzo
7,5 g sale
300/375 ml di acqua tiepida

Metto nella ciotola del kenwood le farine setacciate. Sciolgo il lievito madre con un po' di acqua tiepida e il cucchiaino di malto d'orzo e aggiungo alle farine. Mescolo a velocità minima. Sempre mescolando butto lo zucchero piano piano. Sciolgo il burro e quando non è più caldo, lo butto, insieme ad un'altra po' di acqua. Segue il cucchiaio del miele e i 3 tuorli, poi ancora acqua, la cui quantità, come ben sai, dipende dai giorni (più o meno umidi) e dalle farine. Aumento la velocità piano piano, fino ad arrivare alla 2.
Ci vogliono circa 20-25 minuti perchè incordi. Il sale lo metto quasi alla fine. Quando tutto l'impasto rimane bello attaccato al gancio, spengo. Rovescio l'impasto sulla spianatoia e con le mani belle unte lo divido in 2 parti che metto in 2 stampi per pane a cassetta di dimensione 35x11 precedentemente unti, o coperti con carta forno, se si preferisce e copro con pellicola.
Se si vogliono usare gli stampi da plumcake di alluminio, ne occorreranno 4, ma attenzione, io non sono favorevole a questo tipo di stampi, perchè, secondo me, l'alluminio stravolge i tempi di cottura!
Mettere a lievitare: ATTENZIONE: in inverno io impasto alla sera e lascio lievitare tutta la notte, dentro il forno e poi cuocio la mattina; in estate impasto al mattino e tengo d'occhio la lievitazione, ma in generale 6 ore sono sufficienti.
Scaldare il forno a 220°. Cuocere i primi 10 minuti a quella temperatura e per altri 20 minuti a 200° (queste temperature sono per il mio forno Smeg mod.SE206X)
Se dovessero prendere troppo colore, coprire con un foglio di alluminio. Io non spennello, ma se si vuole fare, perchè no!
Metto a raffreddare i pani su una gratella e il giorno dopo taglio a fette, le metto belle distese sulle teglie coperte da carta forno a tostare a 150°, nella parte centrale del forno, per 40-50 minuti, ovviamente girandole.
 
Vi garantisco che durante la tostatura si sprigiona un profumo da richiamare tutti i vostri vicini di casa!
Il malto d'orzo è davvero fondamentale, come dice Paoletta, ma per gli altri aromi, se qualcuno non ama il sapore del miele, può usare un cucchiaino di estratto di vanillia o dell'acqua di fiori di arancio, o magari, tutte e 3 le cose! I gusti son gusti!
 







 

Read more: http://aniceecannella.blogspot.com/2007/10/le-ricette-dei-lettori-le-fette.html#ixzz2rEiDIEdH